Format

Flyer cosedanoncredere

 

 

La sesta edizione di "Cose da non credere", si è svolta nel pomeriggio del 24 maggio 2018, al Museo MAXXI di Roma. E' stata un’occasione per incontrare il mondo delle imprese e per dialogare insieme ai rappresentanti delle Istituzioni, agli addetti ai lavori, a giornalisti ed opinion leader sul grado di protezione assicurato dalle norme, sull’innovazione al servizio dei consumatori, su alcuni deficit informativi che mettono ancora in crisi la consapevolezza di chi opera le scelte di consumo. In particolare, quest'anno la riflessione all'interno dei tavoli sarà dedicata al tema trasversale della "nuova pubblicità" (dalle più moderne dinamiche comunicative al neuromarketing).

 

Come nella scorsa edizione, anche il format proposto per il 2018 ha seguito lo schema del World Cafè. Semplice ed efficace, è stato pensato appositamente per dar vita a conversazioni informali, vivaci e costruttive: quattro o cinque persone siedono attorno a un tavolo simile a quelli dei Caffè, per ragionare su temi e questioni su cui pensare insieme può fare la differenza. Vicino a loro, altre persone stanno conversando in piccoli gruppi di quelle stesse cose e mentre lo fanno prendono nota delle idee più significative e dei diversi punti di vista; dopo un po’ di tempo passano ad un altro gruppo, unendosi ad un altro tavolo.

 

I PROTAGONISTI DI "COSE DA NON CREDERE" 2018

Il 24 maggio 2018 si è svolta a Roma, al Museo MAXXI, la sesta edizione di "Cose da non credere", l'evento promosso dall'Unione Nazionale Consumatori per stimolare la riflessione sulla consapevolezza dei consumatori. Ogni anno sfidiamo i partecipanti (addetti ai lavori, portatori di interesse, protagonisti della comunicazione, rappresentanti delle aziende, etc.) ad una discussione libera e appassionata, piacevole e costruttiva.